venerdì 15 aprile 2016

Ecco come diventare un candidato pro-famiglia alle prossime elezioni!

Bollino_provita_tracc_candidato-famiglia

Da Libertà e Persona

Rilanciamo volentieri l’iniziativa di Notizie ProVita in vista delle prossime elezioni amministrative e invitiamo chi si candida a sottoscrivere il “Patto per la famiglia naturale“.
In vista delle prossime elezioni amministrative, in una conferenza stampa al SenatoProVita ha presentato il “Patto per la famiglia naturale”. Una proposta politica trasversale, rivolta a tutte le persone di buona volontà, senza distinzione di appartenenza partitica.
L’obiettivo è creare unità intorno a temi che per loro stessa natura trascendono il colore politico e che pertanto dovrebbero essere alla base di ogni forma di convivenza civile.
Si tratta di un documento indirizzato ai vari candidati sindaci, che sono invitati a sottoscriverlo come garanzia di impegno nella difesa della famiglia e della vita nelle varie realtà locali.
L’auspicio è che non vadano perdute le speranze e le richieste del grande popolo del Family Day, assai più ampio di quello radunatosi al Circo Massimo lo scorso 30 gennaio. Un popolo cui appartiene la maggioranza degli italiani.
Il “Patto” potrà essere firmato dai candidati sindaci nei capoluoghi di Provincia e dai candidati sindaci e consiglieri comunali nei capoluoghi di Regione.
In questa tornata elettorale, pertanto, ad essere interessati sono:
  • candidati sindaci dei seguenti capoluoghi di Provincia: COSENZA, CROTONE, BRINDISI, ISERNIA, BENEVENTO, CASERTA, SALERNO, LATINA, GROSSETO, RAVENNA, RIMINI, SAVONA, NOVARA, VARESE, BOLZANO, PORDENONE, CARBONIA, OLBIA, VILLACIDRO.
  • candidati sindaci e i candidati consiglieri dei seguenti capoluoghi di Regione: BOLOGNA, CAGLIARI, MILANO, NAPOLI, ROMA, TORINO, TRIESTE.
Per sottoscrivere il testo, i candidati che lo vorranno dovranno compilare il relativo modulo, ed inviarlo all’indirizzo e-mail: redazione@notizieprovita.it : diventeranno così “candidati per la famiglia”.
Con la firma del “Patto per la famiglia naturale” il candidato si impegna a fare quanto è in suo potere per realizzare i punti in esso contenuti. Una volta inviato il modulo di sottoscrizione e ricevuta conferma da parte di ProVita, lo stesso candidato potrà utilizzare nella sua campagna elettorale il bollino di garanzia “Candidato per la famiglia”:
Da parte sua, ProVita si impegna a rendere noti i nomi dei candidati per la famiglia naturale e a sostenere le iniziative di quelli eventualmente eletti, che tendano a realizzare i contenuti del “Patto”.
Tuttavia, le sottoscrizioni del “Patto” e l’utilizzo del bollino di ProVita non implicano l’adesione di ProVita a nessun partito o a nessun candidato in particolare, ma piuttosto costituiscono una indicazione per gli elettori circa l’adesione dei candidati a determinati principi fondamentali in materia di famiglia e di vita.
Di fronte a tanta ambiguità, confusione ed incertezza del mondo politico, questa sarà l’occasione per far venire allo scoperto quanti davvero hanno a cuore i temi per i quali ci battiamo e quanti invece se ne disinteressano. Chiaramente le promesse andranno mantenute, nei limiti del possibile. E si verificherà se il “Patto” verrà rispettato o meno.
Verso la fine del mese ProVita pubblicherà su questo sito i nomi dei primi candidati che avranno aderito al “Patto per la famiglia naturale”.
La battaglia a difesa della famiglia e della vita (e dunque del buon senso, della ragione e della stessa natura umana) va fatta in ogni angolo d’Italia e ciascuno può e deve fare la sua parte, in base al proprio ruolo. Coraggio!
E magari si scopre che è vero – come dicono recenti studi statistici –  che chi dimostra d’avere saldi  i valori morali ottiene maggiore fiducia dai consociati…

Nessun commento:

Posta un commento