mercoledì 13 aprile 2016

Il Papa ordina undici nuovi sacerdoti, 4 dal "Redemptoris Mater"

Interior of Saint Peter's Basilic

Domenica 17 aprile, IV di Pasqua e 53ª Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, alle 9.15 Papa Francesco celebrerà la Messa nella basilica di San Pietro in Vaticano e conferirà l’ordinazione presbiterale a undici diaconi.
Concelebreranno insieme al Santo Padre il cardinale vicario Agostino Vallini, il vicegerente della diocesi l’arcivescovo Filippo Iannone, i vescovi ausiliari di Roma con il vescovo eletto monsignor Gianrico Ruzza, i superiori dei seminari interessati e i parroci degli ordinandi.
Nove di loro si sono formati nei seminari diocesani: quattro nel Collegio Diocesano Missionario “Redemptoris Mater”, tre al Pontificio Seminario Romano Maggiore, uno all’Almo Collegio Capranica e un altro al Seminario della Madonna del Divino Amore. Degli altri due, uno appartiene alla congregazione dei Rogazionisti del Cuore di Gesù – Firas A Kidher, nato nel 1977 a Bagdad (Iraq) – e l’altro alla Confederazione dell’Oratorio di San Filippo Neri (Oratoriani), Marco Pagliaccia, nato nel 1983 a Villanova di Cepagatti (Pescara).
In preparazione alla Giornata mondiale di domenica, venerdì 15 aprile alle 20.30 nella basilica di San Giovanni in Laterano, il cardinale Vallini presiederà la veglia diocesana di preghiera per le vocazioni. La serata, incentrata sul versetto del Salmo 17 “La tua misericordia mi ha fatto crescere, hai spianato la via ai miei passi”, sarà caratterizzata, oltre che dalla catechesi di don Fabio Rosini, anche dalle testimonianze di alcuni degli ordinandi.
Il più giovane dei nove diaconi che eserciteranno il ministero presbiterale nella diocesi di Roma è Andrea Calamita, romano classe 1990, del Pontificio Seminario Romano Maggiore. Provengono dalla struttura formativa di piazza San Giovanni in Laterano anche Simone Galletti, romano, del 1981, ed Eugenio Francesco Giorno, nato nel 1983 a Cosenza.
Ci sono due romani anche tra i quattro diaconi del Collegio Diocesano Missionario “Redemptoris Mater”: Andrea Lamonaca (1972) e Luigi Pozzi (1975); di questo gruppo fanno parte anche Mattia Seu, nato a Milano nel 1984, e il filippino Lopito Migue Lituňasi, nato a Tubigon (Bohol) nel 1974. Infine è calabrese Giuseppe Castelli, dell’Almo Collegio Capranica (Reggio Calabria, 1972), ed è siciliano Alberto Tripodi, nato a Messina nel 1982, del Seminario della Madonna del Divino Amore.
Zenit

Nessun commento:

Posta un commento