venerdì 28 ottobre 2016

Intervista a Papa Francesco in occasione del viaggio apostolico in Svezia


Papa Francesco in partenza per la Svezia: «Nelle prospettive rigide non c'è riforma». Intervista esclusiva al Pontefice alla vigilia del suo viaggio apostolico in occasione dei 500 anni della Riforma protestante 
 La Civiltà Cattolica 

«Non si può essere cattolici e settari»: così Papa Francesco alla vigilia del viaggio apostolico in Svezia, il 31 ottobre 2016, per partecipare alla commemorazione ecumenica dei 500 anni della Riforma luterana. In una lunga intervista concessa a p. Ulf Jonsson, direttore della rivista dei gesuiti svedesi Signum, insieme al direttore de La Civiltà Cattolica, p. Antonio Spadaro, il Pontefice ha parlato, tra gli altri argomenti, delle sue amicizie con luterani già da ragazzo e poi ai tempi del suo ministero episcopale.
Oltre a spiegare le modalità della visita e il suo significato, Francesco parla della sfida spirituale per le Chiese «invecchiate»; dell'importanza dell'inquietudine in società segnate dal benessere. A proposito del dialogo ecumenico sottolinea l'importanza di «camminare insieme» per «non restare chiusi in prospettive rigide, perchè in queste non c'è possibilità di riforma».  

Nessun commento:

Posta un commento