martedì 3 gennaio 2017

IL TRAPIANTO DI CUORE CHE CI FA AGNELLINI NELL'AGNELLO




Il demonio riesce a confondere peccato e peccatore, e così il mondo che gli obbedisce fa fuori i peccatori lasciando indenne il male. Quanti falsi profeti si sono proclamati salvatori del mondo: le rivoluzioni, le ideologie, il terrorismo, le religioni che obbediscono a un dio giustiziere, si sono macchiate dei più feroci genocidi di peccatori. Come anche noi, “terminator di malvagi”, perché in tutti vediamo i peccati che non sopportiamo in noi stessi. Solo "il Messia, Leone per vincere, si è fatto Agnello per soffrire" (Vittorino di Petovio) al posto nostro e prendere su di sé il peccato di ogni uomo e cancellarlo nel perdono. Coraggio, è pronto per noi un trapianto di cuore perché un Agnello ci dona il suo per prendersi il nostro, malato, sporco, avvelenato. Dio si è fatto carne perché lo Spirito Santo si abituasse a rimanere in essa (S. Ireneo); e si è fatto Agnello perché lo Spirito Santo sa vivere solo nella mitezza e nell'umiltà. Uniti a Cristo nel suo Corpo che è la comunità cristiana, perdonati e ricreati dall’Agnello che ci fa agnellini nel suo sangue, ricolmi del suo Spirito, potremo offrire a ogni peccatore il suo amore nel quale ogni suo peccato può essere tolto.

***
APOFTEGMA DEL GIORNO

"Si dice che Aslan stia per arrivare. 
Forse è già sbarcato sulla nostra spiaggia."
Fu allora che accadde una cosa veramente strana. 
I quattro ragazzi non avevano la minima idea 
di chi fosse questo Aslan che doveva arrivare 
e forse era già arrivato, eppure, 
sentendone pronunciare il nome, 
furono presi da una strana sensazione, 
qualcosa di simile può succedere nei sogni 
e forse sarà capitato anche a voi. 
Qualcuno (nel sogno) dice qualcosa che non si capisce bene 
o non si capisce affatto, 
ma che sembra pieno di significato: 
poi il sogno si trasforma in un incubo terribile 
o in un'avventura meravigliosa, 
troppo bella per essere spiegata a parole; 
qualcosa di indimenticabile. 
E in effetti non si dimentica più 
e lascia per sempre il desiderio che il sogno si ripeta e torni.

"Le cronache di Narnia - Il leone, la strega e l'armadio"

Nessun commento:

Posta un commento