domenica 15 gennaio 2017

Senza chiacchiere



Radio Vaticana
Dare “testimonianza di Gesù” con esempi di vita cristiana, azioni concrete e senza “chiacchiere”. Così il Papa, in visita questa domenica pomeriggio alla parrocchia di Santa Maria a Setteville, nel comune di Guidonia ma nella diocesi di Roma. Nella borgata, visitata dal Pontefice già nel 2014, Francesco ha così ripreso le visite alle parrocchie romane dopo la pausa dell’anno giubilare. E ha voluto farlo cominciando con l’incontro con il vice parroco, colpito da due anni da una grave forma di sclerosi laterale amiotrofica. (...) 

***

Vatican Insider
(Mauro Pianta) Francesco ha celebrato la messa nella parrocchia romana di S. Maria a Guidonia. «Una comunità di chiacchieroni non sa dare testimonianza». Francesco durante la messa nella parrocchia romana di S. Maria a Guidonia. «C’è un peccato che non trovo tra quelli degli apostoli, raccontati nel Vangelo: sono traditori, codardi, ma non sparlano tra loro». E’ quanto ha osservato il Papa nella omelia della messa celebrata nella parrocchia di S. Maria a Guidonia, periferia Est della capitale. «Hanno tradito il Signore, ha aggiunto (...)

***

Vatican Insider
(Informazioni della Sala stampa vaticana) Durante la visita pastorale alla Parrocchia romana di Santa Maria a Setteville, il Santo Padre Francesco si è intrattenuto per più di mezz’ora con i bambini ed i giovani della catechesi. Tra loro, molti ragazzi del percorso post-cresima, ma anche un gruppo di Scout. Diverse giovani hanno posto al Papa, in modo spontaneo, alcune domande. Quindi, il Santo Padre ha salutato 45 bambini, tutti battezzati nel corso del 2016, insieme ai loro genitori. Successivamente, si è svolto l’incontro con un centinaio di fedeli che aiutano il Parroco, don Luigi Tedoldi, nell’opera pastorale. A loro, il Pontefice ha dato diversi consigli, soffermandosi sull’importanza della missione. Poi, dopo aver salutato i sacerdoti ed i seminaristi, il Santo Padre si è spostato in sagrestia per confessare 4 penitenti: una giovane coppia, che accudisce il Viceparroco, don Giuseppe Berardino, gravemente malato di Sla; un giovane del percorso post-cresima ed il padre di un bambino ammalato. 
***
Lo ha detto Francesco dialogando con i giovani di una parrocchia romana riferendosi ai credenti che si limitano alle parole. Poi osserva: «Anche io a volte ho camminato nel buio della fede».

Nessun commento:

Posta un commento