martedì 28 febbraio 2017

Medjugorje: tutto falso

ANDREA TORNIELLI
Il vescovo di Mostar: “Non autentiche le apparizioni di Medjugorje”

Monsignor Peric pubblica un lungo articolo ripetendo alcuni argomenti contro l’autenticità del fenomeno proprio alla vigilia dell’arrivo dell’inviato del Papa che deve occuparsi dei pellegrini

***


Le “apparizioni" dei primi sette giorni a Medjugorje
Biskupije Mostar-Duvno i Trebinje-Mrkan 


"Se la vera Madonna, Madre di Gesù, non è apparsa – come infatti non è – allora a tutto sono da applicare le seguenti formule: “sedicenti” veggenti, “presunti” messaggi, “preteso” segno visibile e “cosiddetti” segreti."
(Mons. Ratko Perić, vescovo di Mostar) Dato che la "Chiesa del Dio vivente“ è "colonna e sostegno della verità” (1 Tim 3,15), tutte le indagini finora condotte sul “fenomeno di Medjugorje” sono tese a constatare la verità: le apparizioni sono autentiche o non autentiche? Constat vel non de supernaturalitate? A ciò sono servite la prima Commissione diocesana di Mostar: 1982-1984, la Commissione allargata: 1984-1986, la Commissione della Conferenza Episcopale di Zagabria: 1987-1990, la Commissione della Congregazione per la Dottrina della Fede in Vaticano: 2010-2014 e infine la valutazione della stessa Congregazione: 2014-2016, come stabilito da papa Benedetto XVI. Crediamo che tutto sia stato consegnato nelle mani del Santo Padre Papa Francesco. (...) 

Nessun commento:

Posta un commento