martedì 25 aprile 2017

Simonia 2.0

Risultati immagini per acqua di lourdes
Acqua di Lourdes su Amazon, simonia 2.0
di Orlando Falena

Internet apre sicuramente a una quantità di strade nuove e inesplorate per avvicinarsi a luoghi non ancora visitati. Per esempio: recarsi al santuario di Fatima o davanti alla Virgen de Guadalupe può non essere semplice per chi vive dall’altra parte del pianeta. Pertanto, andare su internet, googlare il nome del luogo e godersi qualche immagine può essere, quantomeno, un palliativo soddisfacente.
Mettiamo caso, però, che questo non basti. Che si voglia “possedere” quel luogo, o quantomeno “qualcosa” di quel luogo. Un souvenir, un ricordino, un qualcosa che ci possa avvicinare a quel tipo di spiritualità che il luogo dei nostri desideri porta con sé. Ecco, anche in questo caso giungono in aiuto internet e i più disparati ecommerce: comprare è semplice, il prezzo di spedizione ribassato (soprattutto per i grandi player di mercato), la fruizione del prodotto a pochi giorni dall’acquisto.
Tuttavia, alcune cose non tornano. Un esempio: sul famoso ecommerce Amazon - di cui abbiamo avuto modo di discutere in alcuni articoli precedenti - vi sono due utenti, “AUTHENTIC FROM LOURDES” e “DIRECT FROM LOURDES”, che mettono in vendita libri, rosari e piccole croci dal famoso santuario da cui prendono il nome. Fin qui, nulla di sconvolgente. Ma ecco che, insieme a questi elementi “laici”, c’è la possibilità di acquistare una tanica di acqua santa di Lourdes, direttamente dal “Grotto”.
La tanica si presenta come una classica tanica per il trasporto di benzina: in plastica con tappo evitabile. L’unica differenza è nella stampa della famosa immagine che spesso accompagna gli oggetti che provengono dal santuario. La cosa - sicuramente di pessimo gusto - ha anche un elemento peggiorativo: il prezzo. 0,75 litri di acqua di Lourdes costano - senza spedizione - 45,90 $, poco più di 43 €.
Abbiamo già avuto modo di rimanere abbastanza scioccati dal presepe hipster messo in vendita poco prima di Natale di cui abbiamo trattato in un precedente articolo. Ma se lì si trattava di blasfemia, qui è simonia. Un nuovo tipo di commercio delle cose sacre nella sua naturale innovazione a 2.0. Ora è possibile ricevere direttamente a casa una boccia d’acqua santa al modico prezzo di 43 euro. La plastica della tanica sarà sicuramente di qualità, nessuno lo mette in discussione, come nessuno mette in discussione l’effettiva provenienza dell’acqua dalla grotta occitanica (fino a prova contraria, proviamo a essere fiduciosi). 
Rimane il fatto che il commercio di cose sacre è una pratica che fin dal medioevo veniva denunciata: si pensi a Dante e alla bolgia sterminata di peccatori sepolti con i piedi al vento e le fiammelle ardenti che gli blandivano la pianta dei piedi. Forse è il caso che questa immagine riprenda piede anche nel XXI secolo.

Nessun commento:

Posta un commento